Ho provato il G920, nuovo volante di casa Logitech

20151222_152424Dopo anni di uso intensivo di un G25, il quale nonostante ne abbia passate di avventure è ancora ben lontano dalla sua fine, ho deciso di fare il salto, più che altro come investimento futuro, molto futuro. Così ecco il nuovo arrivato, il Logitech G920, fratello gemello del G29, quest’ultimo ad uso esclusivo di Playstation. Il G920 invece lavora su XBox One e PC, e già questa accoppiata con le consolle non decreta punti a favore per nessuno dei due nuovi arrivati in casa Logitech. Ma andiamo con ordine, alla sfuriata ci arriveremo.
Premetto che ho provato tutto su Windows 7 x64. Tolti gli imballi e collegato il tutto, passo all’installazione del Logitech Gaming Software, ci penserà lui, dice, a scaricare i driver della periferica. Ah buon vecchio file .exe che faceva funzionare tutto con un solo click… Vabbè, installazione ultimata, procedo al riavvio del pc e…. nulla, la periferica non viene vista. Ripeto la procedura da amministratore, stesso risultato. Scopro grazie al supporto Logitech che l’installazione da problemi se sul pc manca l’aggiornamento KB3033929 di Windows. Lo scarico a mano, visto che noi sim driver appena formattiamo un pc disabilitiamo ogni aggiornamento automatico, questo è un forma mentis ormai. Con l’aggiornamento l’installazione procede, ma si pialla perchè (udite udite) i driver Logitech sono privi di firma digitale, quindi windows nel dubbio non li installa. Ok, disabilitiamo la verifica della firma digitale sui driver e riproviamo. Questa volta la periferica viene vista, pare funzioni tutto, dopo “soli” 3 tentativi, un paio d’ore di studio del problema e tante perplessità sulla mancanza della firma sui driver. E io che volevo installarlo per fare un semplice e rapido test di linearità, che illuso che ero! Smanetto nel pannello e scopro che si può personalizzare tutto (e ci mancherebbe pure) tranne l’intensità del Force Feedback (FFB). Ok, molti simulatori hanno la loro impostazione regolabile all’interno del simulatore stesso, quindi importa relativamente farlo da fuori. Provo su iRacing e di fatti funziona tutto alla grande, addirittura il pannello Logitech riconosce l’installazione di iRacing e mi crea il profilo relativo. Passiamo a rFactor 2, che è il simulatore che mi interessa maggiormente. Niente, il profilo non viene creato, entro dentro il simulatore ehh….. e niente, mi trovo con gli assi combinati e senza FFB. Ora, gli assi combinati non si usano più da prima che uscisse GP3, nel 2000, ma poco importa, con 2 click si sistema. Ma il FFB completamente assente??? Scopri scopri, non esiste  ancora compatibilità con rFactor 2, e lo staff stesso di rFactor è costretto a temporeggiare con i suoi clienti, come testimoniano questi due interventi fatti su twitter.

Screenshot_2015-12-29-14-15-20Screenshot_2015-12-29-14-15-24

Morale della favola, ancora non c’è modo di farlo girare su rFactor 2, quindi il Logitech G920 torna nello scatolo in attesa di tempi migliori.

Passiamo alla sfuriata.

In definitiva, è chiaro che G29 e G920 siano la risposta al T300 Servo Base della Trustmaster, ed è chiaro che i volanti di fascia media non vogliano limitarsi solo alla piattaforma PC e stiano approdando alle consolle, ma porca miseria….. I maggiori simulatori (purtroppo) stanno andando in questa direzione, e i volanti ovviamente li seguono, e ripeto, ma porca miseria…
Chi è quel pazzo che fa un uso intensivo di un simulatore e relativo volante su consolle? L’uso intensivo è proprio delle piattaforme su PC, perchè chi lo fa guida in un campionato organizzato e strutturato, cosa del tutto inesistente su una consolle, dove al massimo fai la classica garetta improvvisata di 10 giri. Capisco che vendere su consolle vuol dire rivolgersi a un pubblico maggiore e ricavare maggior profitto, ma chi sfrutta a pieno il prodotto lo fa su PC, quindi per l’ennesima volta, porca miseria…

Cara Logitech, per un decennio hai campato grazie ai soldi dei sim driver, al punto da sponsorizzare massivamente i maggiori campionati italiani e internazionali (FSR, i campionati organizzati da TGM e Autosprint tanto per citarne alcuni), e ora noi sim driver siamo diventati il fanalino di coda di un mercato che non dico che ci vede esclusi, ma poco ci manca? Forse era meglio alzare il tiro e rivolgersi a volanti di fascia alta? Dimmelo, avrei comprato un Fanatech, un Ecci, o un Leo Bodnar, spendendo il quadruplo rispetto a un G920, ma almeno rispetto a te, loro mi avrebbero coccolato, come facevi tu una volta, dandomi un prodotto privo di “consollizzazioni”( e concedetemi il termine questa volta)!

Tonyk182