C’è ancora tanta strada da fare

C’è ancora tanta strada da fare

Proprio ieri sera è andato in scena sulla pista di Shanghai il terzo appuntamento F1 Swiss 2016 by VRG. Per me gara divertente, poteva andar meglio in termini di risultati, ma a parte questo mi sono divertito parecchio nei tanti duelli che ho avuto.
Orfano del mio compagno di squadra, alle prese con problemi di pc, c’ho messo una settimana a imparare come si fa a non bruciare le gomme qui, fino a due giorni prima della gara il mio stint più lungo con le soft era di 6 giri. A mali estremi, smanettando con i gradi di rotazione del volante ho risolto in modo un po ortodosso il problema, al punto da prevedere anche un’eventuale strategia a una sola sosta, come poi ho fatto. Il rovescio della medaglia è che questo problema mi ha impedito di concentrarmi su un buon assetto, e sono arrivato alla gara con un po troppo rollio da gestire in curva.

In qualifica do il massimo ma non riesco ad entrare in q2. Mi accontento della piazzola numero 12.
In gara parto bene, non perdo posizioni e inizio quindi a concentrarmi sul mio ritmo, passo i primi giri a capire il degrado gomme per vedere se vale la pena fare uno o due pit. Intanto mi accorgo che stacco veramente tardi rispetto agli altri, ed è un bene, anzi addirittura devo anticipare le staccate per evitare di carambolare addosso a chi mi precede. Al sesto giro anticipo il gas alla curva dopo il t1 e mi giro come un pollo. Rientro indietrissimo, ma inizio a fare bei duelli, prima con Proserpio e poi con Lazzerini. Le gomme reggono e decido di tirare per una sola sosta, fermandomi al giro 18 o 19. Dopo il pit altro bel duello con Alex, culminato con un bel sorpasso al termine della prima curva, anche se credo che a renderlo bello sia stato il fatto che forse Alex era a fine gomma. Intravedo la settima posizione, ma anche le medie dopo 25 giri iniziano a cedere e vedo kimi e celiento avvicinarsi. Provo a spingere perchè una volta in zona drs sarebbero passati, ma gli ultimi due giri li ho praticamente fatti sulle uova e non mi difendo neanche tanto quando mi passano, sarebbe stato impossibile tenerli entrambi dietro. Mi accontento di una nona posizione dal gusto agrodolce.

Col senno di poi quel testacoda del sesto giro mi ha fatto perdere quei 13 secondi che sarebbero bastati a tenere tranquilla la settima posizione, ma vabbè, devo re-imparare a guidare costante come ai bei tempi, con rF2 sono vistosamente ancora in fase di apprendistato.

Come di consueto ecco la registrazione della gara.

e qui, sempre come di consueto, la gara della Entry Level.

Tonyk182