Edizioni limitate, gioie e dolori

Edizioni limitate, gioie e dolori

Ho aspettato che tutti i pezzi del ClubSport Steering Wheel F1® 2020 venissero venduti prima di parlare di questa nuova edizione limitata di Fanatec.

Da possessore della serie limitata 2018, non ho seguito con particolare interesse questa marchiata 2020. Se ho fatto bene o male non lo so, lo scoprirò facendo qualche domandina a chi ha acquistato la corona 2020.
Vorrei fare però un paio di considerazioni su questa versione, combinate anche un po con quella che è stata la mia esperienza con questo volante.

Premetto di avere 3 corone in totale: ClubSport, McLaren Gt3 e ClubSport F1 2018 montate su CSL Elite. La ClubSport F1 2018 uscì in occasione del black friday, al costo di 349€. Edizione limitata, come questa 2020, quindi pochissimi pezzi disponibili, inserti dorati e tanti manettini in più rispetto il ClubSport classico. Ammetto che quest’ultimo aspetto è stato il motivo che mi spinse all’epoca all’acquisto.

ClubSport Steering Wheel F1 2018

Ne è valsa la pena?
Se consideriamo che il Clubsport V2 è identico alla limited edition e a distanza di 2 anni dall’uscita attualmente costa 369€ sembra di si. Ma personalmente avrei speso volentieri, col senno di poi, quei 20 € in più per la V2. Di fatti differenze estetiche a parte parliamo dello stesso identico volante.

Ma sarà che il mio è stato uno dei primi ad essere prodotto, quindi con una produzione forse un po acerba e non perfetta, fatto sta che il mio ClubSport F1 2018 in sessioni medio-lunghe manda in crash la base, facendola riavviare e perde la calibratura dopo il riavvio.

Morale della favola, nonostante l’acquisto continuo ad alternare l’uso del ClubSport classico con il McLaren Gt3, con i quali non ho mai riscontrato alcun problema.

Ovviamente il mio è un caso isolato, conosco altri che usano il ClubSport F1 2018 regolarmente e senza nessun tipo di problema. La mia quindi non è una critica oggettiva ne al volante, ne all’azienda. Di fatti non ho nulla di cui lamentarmi per tutti gli altri prodotti acquistati, i quali svolgono egregiamente il loro compito senza perdere colpi anche a distanza di anni. Solo che però questa volta, almeno nel caso specifico e ben dopo un anno e mezzo, ho deciso di testare l’assistenza e la garanzia. Vedremo cosa ne salta fuori, seguiranno aggiornamenti.

Alla luce di ciò, ma non solo, è convenuto l’acquisto del ClubSport F1 2020?

Forse si. Vero, il costo è di quasi 400€, ma all’interno la meccanica e le varie circuiterie dovrebbero essere già collaudati essendo identici ai modelli precedenti. I paddles del cambio sono magnetici e non meccanici, cosa che nei modelli classici comporta l’acquisto di un modulo a parte, neanche tanto economico. Certo manca ancora la frizione, ma tutto sommato il prezzo superiore al modello precedente potrebbe starci. Forse l’unica magagna tecnica nella quale si può trovare l’intoppo è proprio l’integrazione dei paddles magnetici nel circuito tradizionale, ma onestamente bisogna essere particolarmente sfortunati per riscontrare un problema del genere.

Personalmente attendo l’esito dell’assistenza prima di procedere, perchè sono sicuro che a breve uscirà il modello equivalente e commerciale con i paddles magnetici integrati. E chissà, forse in quel caso l’acquisto potrei farlo. Deciderò quando sarà. Ma confido di più nel rendere operativo al 100 il mio limited edition.

Comunque di questo volante prendo nota e considero molto bella la texture del carbonio, una via di mezzo tra il camouflage e l’acciaio galvanizzato che è molto gradevole alla vista. Bello anche il nuovo rivestimento delle impugnature, in pelle (finta) traforata.

Pedonate il volo pindarico ma mi piaceva parlarne.


Tonyk182